Cos’è LIEU.CITY?

LIEU.CITY è una piattaforma “not-for-nerds” che genera automaticamente Fiere d’Arte Virtuali. Virtuale significa che puoi navigare tra ambienti 3D e stand fieristici direttamente dal tuo smartphone, computer o smart TV, oltre che con visori Oculus o dispositivi per la Realtà Virtuale. “Not for nerds” significa che chiunque può usarlo senza la necessità di avere particolari hardware o conoscenze informatiche: anche il più economico dei cellulari è perfetto per LIEU.CITY. La fiera d’arte virtuale non deve essere necessariamente solo online: se esiste anche nella realtà, le due dimensioni possono interagire. Non avrai bisogno di alcuno strumento ulteriore: il tuo smartphone è davvero sufficiente. Se hai una TV da 65 pollici, connessa a una Apple TV o a Oculus Quest, meglio ancora.

LIEU.CITY è così potente che può generare enormi fiere d’arte, con centinaia di stand e migliaia di opere. Ogni stand può essere progettato e allestito direttamente dal curatore della galleria. LIEU.CITY, infatti, si basa su LIEU.Gallery, motore curatoriale che genera automaticamente gallerie d’arte 3D.

LIEU.CITY è stato pensato per gallerie d’arte, fiere d’arte, case d’asta e musei. È possibile costruire spazi virtuali con centinaia di stanze, fiere d’arte che si generano automaticamente al 100%: tutte le opere possono essere importante facilmente da un database, o caricare manualmente. Se hai un sito web, LIEU.CITY può creare uno spazio virtuale importando le opere direttamente da esso; se non lo hai, LIEU.CITY può crearlo per te.

Visitatori da tutto il mondo possono incontrarsi dentro LIEU.CITY, possono essere invitati ad anteprime private e parlare direttamente con il team della galleria. L’accesso dei visitatori può essere regolato secondo diversi criteri e in diverse date. E’ possibile far intervenire guide o curatori freelance fornire ai visitatori gli strumenti per vivere al meglio l’esperienza.

LIEU.CITY crea un’esperienza unica per il visitatore. Prima che la fiera d’arte apra al pubblico, il visitatore può creare un wish list di opere e scaricare una mappa in pdf di tutte le opere che può tornagli utile durante la visita dal vivo (nel caso in cui la fiera apra anche nella realtà). Il visitatore può usare l’app di LIEU.CITY anche quando si trova fisicamente nella fiera, sia come audioguida sia per individuare più velocemente la collocazione delle opere, oltre che per aggiungere pezzi alla sua wish list. A visita conclusa, il visitatore può tornare su tutte le opere viste: questa funzione rimane attiva negli anni, non ha una data di scadenza.

I galleristi potranno finalmente sapere quali opere sono state effettivamente selezionate dal pubblico come preferite, può sapere chi è ha visitato il suo stand e, se permesso dall’accordo sulla privacy, mettersi in contatto con i visitatori.

Gli organizzatori delle fiere possono creare esperienze incredibili. Il numero dei visitatori può superare di gran lunga la capienza di una fiera nella realtà e possono controllare ogni aspetto: chi ha accesso alla creazione di spazi, chi può invitare visitatori, a chi è richiesto di pagare e a chi può regalare l’esperienza gratuitamente.

Parliamo di affari

Gli organizzatori della fiera potranno contare su una vastissima community: oltre ai vostri contatti, anche i visitatori che si sono precedentemente registrati su LIEU.CITY possono essere avvisati del vostro evento e possono decidere di partecipare. Le fiere possono includere sponsor, che avranno la possibilità di utilizzare spazi dedicati per il product placement. I galleristi, se previsto dagli organizzatori della fiera, possono richiedere delle stanze private. Durante la fiera sapranno esattamente chi sta facendo cosa, esattamente come nella realtà si osserva chi visita lo stand e quali sono le opere più amate. In questo modo, sarà possibile ottenere dati su chi è entrato nello stand, su quali opere di è soffermato maggiormente (attraverso le aggregated chart), chi è tornato per una seconda visita, chi ha scaricato materiali aggiuntivi. I galleristi posso anche parlare con i visitatori, se essi accettano questa opzione nelle privacy policy. In qualunque caso, il visitatore riceverà automaticamente un riepilogo della sua visita e la galleria avrà l’opportunità di inserire un messaggio personalizzato in modo da condividere informazioni aggiuntive sulle opere selezionate. Il visitatore avrà inoltre la possibilità di avere accesso a contenuti multimediali di approfondimento, se forniti dalla galleria, come link diretti al sito web, audioguide, video, fotografie di particolari dell’opera, fai simile del certificato di autenticità.

LIEU.CITY: come funziona

LIEU è facilissimo da usare per le gallerie d’arte. Ogni galleria inizia scegliendo un template dello spazio tra quelli forniti della piattaforma (su richiesta, è possibile creare anche una riproduzione fedele della propria galleria); ogni template ha un numero massimo di opere che possono essere inserite al suo interno e la loro disposizione è completamente personalizzabile; Per ogni opera viene fornita una vasta scelta di tipologie di cornici, personalizzabili sia nella forma che nel colore. Infine si possono linkare diversi contenuti multimediali di approfondimento. Non è necessario creare ogni volta da zero uno spazio: LIEU.CITY permette al gallerista di salvare il modello creato, duplicarlo e modificarlo. Inoltre per ogni mostra è possibile scaricare un pdf riepilogativo della disposizione delle opere, che può tornare molto utile anche nella realtà. Anche nel caso in cui la galleria partecipi a più di una fiera su LIEU, avrà la possibilità di accedere a tutto lo storico di informazioni caricate in precedenza.

Per gli organizzatori della fiera, LIEU.CITY è uno strumento molto potente. È necessario caricare una mappa 2D dei padiglioni e la lista delle gallerie: LIEU.CITY genererà automaticamente la fiera. Anche i link per permettere alle gallerie di iniziare a modificare il proprio stand verranno inviati automaticamente dalla piattaforma. Se la galleria è già registrata in LIEU.CITY potrà iniziare subito, altrimenti verrà richiesta la registrazione nella piattaforma.

Gli organizzatori della fiera avranno a loro disposizione una quantità enorme di informazioni: non solo il numero dei visitatori, ma anche dati di performance degli stand, quali artisti sono piaciuti di più, oltre che sapere se i visitatori sono nuovi o già conosciuti.

La piattaforma segue un protocollo di sicurezza per i dati molto rigida: nessuno può avere accesso alle informazioni a meno che il proprietario delle stesse non dia il consenso. I server sono protetti e non sarà possibile la condivisione senza controllo delle credenziali di acceso, per evitare l’employees fishing. Ogni operazione di data download dovrà essere approvata telefonicamente dal manager della galleria. Nessun altro dipendente potrà farlo.

Quando sarà disponibile LIEU.CITY?

LIEU.GALLERY verrà presentato al pubblico ad agosto 2020: in questo modo gallerie s’arte, case d’asta e musei potranno creare i propri spazi espositivi virtuali per i propri collezionisti. A Settembre 2020 LIEU.CITY sarà disponibile anche per le fiere d’arte in una versione beta, che potrà essere condivisa con i partner della fiera. A Dicembre 2020 LIEU.CITY 1.0 sarà finalmente accessibile al pubblico.

Quanto costa?

FIERE D’ARTE L’utilizzo di LIEU.CITY è gratuito sia per le gallerie che per i visitatori: eventuali costi di partecipazione sono a discrezione degli organizzatori della fiera. Per gli organizzatori della fiera, il costo dipende delle dimensioni dello spazio che si intende realizzare e dal supporto richiesto. Inoltre, nel caso in cui si decida di inserire obblighi di pagamento per visitatori (per esempio i biglietti d’ingresso), allora la piattaforma tratterrà il 18% delle transazioni. Alcuni costi saranno coperti dagli sponsor. LIEU.CITY non chiede denaro alla sua community registrata. GALLERIE D’ARTE Per le gallerie che intendo utilizzare LIEU.GALLERY per creare spazi privati, i costi saranno comunicati a breve.

Chi siamo

Il progetto è stato ideato da Deodato Salafia, informatico e gallerista. Deodato è specializzato in business process e algoritmi. Lo sviluppo è stato gestito da Carlo Santagostino, uno dei massimi esperti nel mondo di storia dell’informatica e del videogioco. L’incubazione, gli aspetti legali e i finanziamenti sono gestiti da Cristian Forattini, CEO della Deodato.Tech Srl, la start-up italiana che ha sviluppato il sistema. Developers della piattaforma sono in tutto il mondo, principalmente a Milano e Messina.

Contatti

Siamo a disposizione per inviare un set completo di funzionalità a fiere d’arte, case d’aste, musei e gallerie d’arte.